Come applicare una carta da parati - Preparativi

Lo scopo di questa guida è di illustrare tutta la fase preliminare alla posa della carta da parati, con particolare attenzione alla preparazione delle pareti e al rapporto del disegno, per un perfetto risultato finale.

 

Le basi della tappezzeria

Il foglietto informativo incluso nella confezione di una qualsiasi carta da parati quasi certamente fornirà un’indicazione di questo tipo: “La parete deve essere pulita, asciutta, stabile, liscia e leggermente assorbente. Residui di vecchie carte da parati e strati non aderenti di vernice debbono essere rimossi ed eventuali disomogeneità appianate”. 

 

Pittura vecchia

Prima di tappezzare è necessario rimuovere gli strati pittura di vecchia, incrinata o che non garantisce il necessario sostegno. Se non si riesce a raggiungere questo scopo scartavetrando, sarà necessario far uso di un solvente.

 

Lisciare e rifinire

Le pareti delle nuove costruzioni sono generalmente pronte per essere tappezzate; non si può comunque essere sicuri che sia sempre così. Capita spesso che ci siano piccole fessure che possono essere riempite con dello stucco, alterazioni di colore che debbono prima essere isolate con un sigillante, o vari tipi di intonaco con diversi livelli di assorbimento che debbono prima essere uniformati. Nelle vecchie e nuove costruzioni di tipo residenziale si trovano principalmente tre tipi diversi di muri o intonaci lisci: gesso, rifinitura in calce di colore beige o pannelli di cartongesso. Mentre è possibile applicare stucchi in gesso direttamente su intonaci in gesso e sulle superfici in cartongesso, questi stucchi non sono adatti su intonaci in calce e cemento, come per esempio un rasante a base di calce. In caso di umidità gli stucchi contenenti gesso potrebbero causare alterazioni di colore dovute a reazioni chimiche. 

Le pareti e i soffitti ruvidi e irregolari possono essere livellati solo se si applica lo stucco all’intera superficie.

Residui di stucco emergenti e particelle non perfettamente attaccate possono essere eliminati dopo il lavoro di livellamento usando un raschietto. Successivamente la superficie viene carteggiata e spolverata. 

 

Carta fodera

Normalmente la carta fodera non è necessaria su pareti lisce con un grado di assorbenza normale e quando si utilizzano le carte da parati in TNT comunemente in commercio. La carta fodera a rotoli è necessaria soltanto nel caso di carte da parati e rivestimenti murali che, asciugandosi, creano una forte tensione, o anche nel caso di superfici difficili. Rispetto alla carta fodera comune, la carta fodera in TNT presenta svariati vantaggi: può essere applicata facilmente e senza rischio di increspature, non è necessario aspettare che il parato si impregni di colla, riesce a coprire piccole fessure e mantiene assoluta stabilità di forma. 

 

NOTE

Contrariamente a quando si tinteggia una parete, per calcolare la quantità di carta da parati necessaria non è sufficiente misurare la superficie da tappezzare. In primo luogo, in Europa le dimensioni dei rotoli sono limitate a 10,05 m x 0,53 m, per cui per una stanza di altezza normale si otterrebbero solo tre teli interi. Inoltre, utilizzando carta da parati decorata è necessario calcolare il rapporto del disegno, per cui risultano degli scarti. In base al tipo di motivo decorativo, la carta in eccesso da tagliare dovrà essere inclusa nel calcolo totale. Le carte da parati ad accoppiamento libero possono essere applicate senza tenere conto dei disegni e possono perciò essere tagliate a seguire senza che ci sia virtualmente alcuno scarto.

 

Rapporto disegno

La misura del rapporto saltato è indicata sull’etichetta del rotolo insieme alla misura del rapporto del soggetto. Per esempio, l’indicazione 64/32 sull’etichetta significa che il soggetto si ripete ogni 64 cm e tra bordo sinistro e destro dei teli bisogna considerare uno salto verticale di 32 cm. Perciò lo scarto risultante dai tagli sarà al massimo uguale al rapporto del disegno indicato.

Se l’ambiente presenta nicchie, muri inclinati, lucernai o alcove, anche questi dettagli debbono essere inclusi nel calcolo.

 

Controllare la carta da parati consegnata

La “prova del ventaglio” è utile per effettuare delle verifiche a campione in merito all’uniformità del colore. Si srotolano i rotoli di carta da parati su di un tavolo e li si sovrappone l’uno sull’altro aprendoli a forma di ventaglio.